Io, Roma | 2006

L’opera di Vitone si configura come un’incessante indagine topografica indirizzata ad indagare territori sia fisici che mentali, spazi sociali ed individuali utilizzando approcci eterogenei. Uno dei motivi ricorrenti della produzione artistica di Vitone, è infatti, il rappresentare “luoghi” attraverso mappe da studiare, rielaborare, ricomporre. Una sorta di volontĂ  come lui stesso afferma “di mappare il mondo”. In questa personale l’artista presenta sette tele in cui il respiro della cittĂ  ha lasciato la sua impronta. Il lavoro all’apparenza essenziale è intriso di metafore evocative che lo spettatore attraversa in una individuale percezione emotiva. Ancora una volta Vitone compie un viaggio che ci porta a conoscere qualcosa che giĂ  conosciamo a ricostruire ed inventare percorsi dimenticati che si ricompongono in una sua…Continua / More


Res | 2005

Il Magazzino d’Arte Moderna presenta l’ultimo lavoro di Antonio Biasiucci: Res, quarto tomo di un percorso visionario, al limite del visibile, che spazia tra inizio e fine, tra origine e catastrofe. Dai corpi nudi, dalle trame della pelle e dalle scaglie del pane, ai vulcani e agli immensi panorami del corpo delle vacche, ci muoviamo ora tra le teche dei musei scientifici di animali impagliati, inciampiamo nei reperti di Pompei, ci appaiono ingranaggi, ferri, acciai, sguardi immobili e calchi, all’apparenza impossibili, di figure antropomorfe: organico e industriale emergono dalla penombra come le metamorfosi di un mondo in continua e pulsante trasformazione, dove passato, presente e futuro sono rimescolati senza soluzione di continuitĂ . L’obiettivo riscrive la natura delle cose e gli…Continua / More


Altre Voci, Altre Stanze | 2005

Dopo le mostre di Massimo Bartolini, Atelier van Lieshout, Vedovamazzei, Daniele Puppi, Jonas Dahlberg e Alberto Garutti, la personale di Darius Ziura prosegue il programma Altre voci, altre stanze/Other Voices, Other Rooms, a cura di Cloe Piccoli per il Magazzino d’Arte Moderna. Altre voci, altre stanze/Other Voices, Other Rooms considera l’interesse di molti artisti contemporanei per gli ambienti. Spazi astratti o praticabili, vere e proprie architetture o simulazioni virtuali, progetti in miniatura o interventi in autentici edifici, opere pubbliche e site specific works. Negli ultimi anni l’attenzione di alcuni artisti si è concentrata sullo spazio, sugli aspetti relazionali legati a diversi concetti di luogo e di ambiente, alle implicazioni dell’arte con architettura e urbanistica. I lavori presentati al Magazzino d’Arte…Continua / More